#11: Il risveglio.

Organizziamoci!“. Esordisce così il Nerdy-risvegliato-nel-cucinino, destatosi autonomamente ben trenta minuti prima di me.

E va bene, organizziamoci, penso nel guardarlo. Sai, a dieci minuti dall’aver dischiuso (io!!) le palpebre al mattino, non è che abbia tutta sta gran voglia di comunicazione immediata.

Ti senti stanco di dover aprire bocca o rispondere a cenni di buon mattino? Vorresti comunicare telepaticamente e senza sforzo, stando semplicemente seduta sulla sedia di fronte alla tua tazza di caffè mattutina?
Apriamo il nostro e-voto! Invia 1 per rispondere “” e due per dire “no”.

Premi 1, invia 1… Fatto!

OK, ci siamo.

Posizione da uomo-dell’-era-telematica: acquisita.
Versione occhialuta della Nero: acquisita.
Facce spente irradiate da radiazioni a bassa frequenza: acquisite.
Flemma dell’uomo Nerd: connaturata.

Direi che gli elementi esatti per comprare un biglietto aereo ci siano tutti.

Inizio: Nerdy:”Non mi fa fare il pagamento
Nero:”Come no? Riprova
(Ripeti per 3 volte dalla parola inizio)

Nero:”Allora controlla il sito delle posteitalianeh
[Avvio modem 56k]
Nerdy:”Ma ha i criceti che corrono sulla ruota questa *imprecazione* connessione?
Nero (sbalordita dalla veemenza dell’uomo-in-arancione):”Non va il sito delle posteitalianeh, Nerdosissimo amore” (che detta così è un po’ bruttina, ma vi assicuro è un vezzeggiativo)
Nerdy:”Pagamento fatto. Non mi fa fare il check-in *imprecazione artistica*

Dopo 30 minuti di silenzio ed ingobbimento progressivo, un sorriso fiorisce sulle labbra raggrinzite di Nerdy.
Questo significa solo una cosa: i nostri biglietti sono stati check-inati.

Nero porge una tazza rovente al Nerdy:”Ecco, beviti il caffè.”

Comunicazione telepatica: “E la prossima volta, quando mi sarò svegliata, aspetta mezz’ora prima di parlarmi.”

Fine.

Annunci

#0 : “Indirizzo errato”.

<<Eccoli! Sono arrivati! Guarda, il tracking dice in consegna alle 09:08. >> dico al quasi-marito-Nerd.

Anche lui non sta nella pelle ma, essendo un pacato uomo d’altri tempi, preferisce non esultare in maniera eccessiva come sta facendo (avevate dubbi?) la sottoscritta.
Dal mio fanta-lavoro tengo sott’occhio il sito delle poste italiane (esattamente qui) durante il resto della mattinata. Facendo conto che il pacchetto, un plico di dodici sottili e agognati fogli A4 compilati dall’Ufficio immigrazioni del Paese-di-laggiù, sarebbe arrivato nel primo pomeriggio, decido di non schiacciare la consueta pennichella.

Si fa tardi, non posso aspettare oltre, ho un appuntamento con un amico alle 18, così Nerdy ed io decidiamo di uscire <<perché ormai il pomeriggio è andato, il corriere non passerà proprio ora…>>

Come non detto! Il corriere è passato esattamente nel lasso di tempo in cui mancavamo. Ma dico io, si può nella vita avere un tempismo così preciso?!
Ecco, sì, voglio confessarvi che alla Nero succede questo e molto (molto) più di questo!

Ovviamente il corriere SDA non ha trovato la nostra discreta dimora, pertanto quando ricontrolliamo il sito delle posteitalianeh, immettendo il codice, ecco cosa salta fuori:

 

posteit

 

ora vorrei che immaginaste la MIA faccia.

No, avete ragione, è inimmaginabile!

<<Non preoccuparti, domani andiamo all’ufficio di via piccioniviaggiatori, risolveremo tutto>> dice il Nerdy, senza sortire in me alcun effetto rassicurante. Vabbene, dico a me stessa più che a lui, vabbene.

Passiamo le nostre otto ore lavorative notturne (sì, l’uomo in arancione ed io ci conosciamo grazie al fanta-lavoro) a fare congetture sulla posizione del nostro miserrimo – ma solo per questioni di peso in grammi – pacchetto.

Voglio che teniate in considerazione qualche fattore:

   A.    Sono una donna molto esigente e spesso mi capita di volere tutto-subito-anzi-prima-di-subito-lo-voglio-ORA!
B.    Il ciclo a sto giro ha saltato il turno a causa della mia febbre ostinata di Luglio.
C.    Posteitalianeh ha degli uffici così piccoli e stipati di gente, che ti viene l’orticaria al sol pensiero di doverci mettere piede di prima mattina, senza aver chiuso occhio la notte.
D.    L’uomo in arancione ha una tale flemma che se Gesù fosse vivo (o mai esistito) farebbe scolpire lui un mezzobusto da venerare (il che la dice lunga, pensate alla distruzione del tempio… Gesù ci ripenserebbe dopo aver conosciuto Nerdy).

 

Ecco cosa accade la mattina seguente, ovvero oggi.

Nerdy e la Nero si appropinquano verso l”ufficio di via piccioniviaggiatori e, una volta giunti,  scoprono che per ritirare un pacco si deve fare una fila senza numero (?), quando ovviamente loro avevano perso un’ora in coda con biglietto P020 (pacchi e spedizioni, grazie). Allo sportello il gentilerrimo uomodellenevi gli dice che il piccolo plico NON è presente nel database, ma bisogna SVINCOLARLO chiamando il numero verde 803160 (da rete fissa) o 199100160 (da rete mobile).

Dopo innumerevoli tentativi ed operatori telefonici sbigottiti, ci dicono che l’indirizzo risulta errato (l’abbiamo capito, signor Giudice, lo giuro!), così il Nerdy gliene fornisce uno nuovo di zecca affinché il nostro agognato mazzo di docs ci raggiunga, con buona pace nostra e delle poste.

La Nero, come tutte le donne-rompicoglioni-della-terra, non si fida nemmeno un po’ delle agenzie-ed-istituzioniitalianeh e continua a svalangare il Nerdy di domande, lamentele, imprecazioni arzigogolate ed insopportabili piagnistei.
Va avanti per due ore, finché l’uomo in arancione non si decide ad andare anche all’ufficio postale del paesello industriale, nel quale trova un grazioso colletto bianco che gli consiglia di tornare nella big city ed andare direttamente all’SDA.

E fu così che i nostri eroi poterono stringere tra le dita incerte il beneamato cartoccio da ben 3 libbre!

… Pensavate fosse finita qui l’epopea, eh? Ebbene, no.

<<Porcadiunazozza, Nerdy, ma come è possibile che l’Ufficio immigrazioni del Paese-di-laggiù abbia potuto scrivere che il posto in cui sono nata ed il posto in cui risiedo sia il BRASILE!? Non posso andare dai BossDiPaeseDiLaggiù con ‘ste carte fallate>>.

Ora passerà un altro mese; per allora conto di aver in mano dei documenti CORRETTI ed un ciclo mestruale regolare.

Va be’, sogno troppo.

[ Quando il vostro pacco, o plico o qualsiasialtracosa, specie se da mittente internazionale, viene affidato a poste italiane, ricordate che viene dato in carico all’SDA centrale della città più vicina al vostro comune.
Quindi, dopo aver chiamato il numero verde ed aver avvisato dell’errore, recatevi allo sportello SDA.
]